Scopriamo il Castello!

Scopriamo il Castello! - Vieni a Pavia -

Scopriamo il Castello!

Visita-gioco all’antica residenza dei Signori di Pavia.

Richiedi info per prenotazione

Le visite guidate richiedono tutte mezza giornata, si potrà concordare se farla al mattino o al pomeriggio. Per "Pavia e la sua Certosa" e "Vigevano e l’origine del Romanico" è richiesta una giornata intera. Ad ogni prenotazione seguirà un contatto telefonico da parte della cooperativa per accordarsi su orari precisi, punti di incontro e riferimenti delle guide che vi accompagneranno.

Una visita guidata alla
scoperta delle vicende, dei segreti e dei
pettegolezzi di corte
che hanno animato la
millenaria storia del
Castello Visconteo di
Pavia. L’edificio costruito in soli 5 anni
per volontà di Galeazzo II Visconti, nono-
stante la poderosa
mole fu residenza di villeggiatura privilegiata dalla famiglia Visconti prima e Sforza. L’edificio fu completato dal un grandioso parco di caccia, che si estendeva originariamente per una decina di chilometri, fino alla Certosa di Pavia. I ragazzi durante la visita guidata saranno coinvolti dalla guida nell’osservazione diretta delle singoli parti dell’edificio, ad ogni alunno sarà consegnata una scheda gioco.

  • Il castello e la sua architettura
    Merli, rivellini, torri, mura a scarpa, buche pontaie e caditoie: osservando l’architettura del Castello Visconteo sarà possibile scoprire quali furono gli espedienti progettati per la difesa della dimora signorile, e quali le peculiarità di questo edificio che conta più di cento bifore.

    Foto di

  • Il cortile del castello
    La vita di corte si svolgeva entro le mura del castello. Si affacciavano sul cortile la bottega del fornaio e la cappella, di cui è possibile vedere il portale d’ingresso in cotto; un pozzo donava acqua a tutti gli abitanti, mentre un imponente scalone portava al loggiato superiore. Solo entrando nel cortile del castello sarà possibile vedere come questo sia stato menomato di tutto il lato nord dopo la fatidica Battaglia di Pavia.
  • La sala azzurra
    Entrando all’interno del castello, una delle sale più spettacolari, e meglio conservate della dimora, è certamente la cosiddetta “sala azzurra”. Lapislazzuli e ori per decorazioni a compasso e affreschi che raffigurano imprese e stemmi della famiglia Visconti.